Tour M – Il muro visto da sotto

Tentativi di fuga sotterranei da Berlino Est a Berlino Ovest

Da quando nell'agosto 1961 il regime dell'ex-RDT (Repubblica Democratica Tedesca) innalzò l’odiato Muro, furono molteplici i tentativi di ritrovare la libertà scavando tunnel nei sotterranei di Berlino. Il primo di questi «tunnel della libertà» venne costruito nel ottobre 1961 mentre l'ultimo risale al 1982. Non tutti i tunnel ottennero però gli stessi risultati. Dei più di settanta progetti sviluppati solo pochi raggiunsero lo scopo prefissato, consentendo a circa 300 cittadini dell'est di fuggire nella parte ovest della città.

I costruttori dei tunnel iniziarono sin dal 1961 un vero e proprio gioco del topo col gatto con gli ufficiali della «Staatssicherheit», o Stasi, addetti al controllo del confine. I costruttori furono protagonisti di azioni spettacolari, ottenendo importanti vittorie, ma anche tradimenti e cocenti sconfitte. Con il passare degli anni la difficoltà sempre crescente di aggirare i controlli della Stasi portò all'abbandono progressivo di questo ingegnoso metodo di fuga.
Con questa visita guidata Berliner Unterwelten vuole raccontare le incredibili vicende legate alle fughe tramite vie sotterranee, tramite i tunnel della metropolitana, la canalizzazione e appunto i tunnel della libertà, servendosi dei preziosi racconti dei protagonisti e ripercorrendo passo dopo passo le tappe principali di questa affascinante storia.
Il Tour M parte dalla visita al rifugio della protezione civile «Blochplatz», presso la stazione di Gesundbrunnen. Nel rifugio la nostra guida vi informerà sulla storia delle cosiddette «stazioni fantasma» – fermate della metropolitana dell'ovest rimaste attive sotto la Berlino Est – e sugli sforzi ad opera della Stasi di chiudere la frontiera tramite il sistema di canalizzazione.

Una seconda parte della visita guidata prevede lo spostamento in metropolitana alla stazione di Bernauer Strasse. In questa famosa strada, su una superficie di appena 350 metri, si effettuarono ben sette tentativi di costruzione di tunnel e due fra i progetti più spettacolari di tutta la storia del Muro. Nei pressi della cosiddetta «striscia della morte» si scende nuovamente nel sottosuolo. Negli ambienti storici del vecchio birrificio Oswald-Berliner-Brauerei si svolge la seconda parte del tour, durante la quale si illustreranno nel dettaglio i progetti dei tunnel costruiti sotto la Bernauer Strasse. Si tratta di tunnel talvolta falliti, talvolta denunciati ma in alcuni casi efficaci – come in quelli del «tunnel 29» e del «tunnel 57», passati alla storia per il numero di persone che vi trovarono la via per la libertà. Nel vecchio birrificio vengono mostrati i progetti di tunnel nelle loro dimensioni reali e attraverso un pozzo è possibile avere un’idea della grande profondità della falda acquifera, condizione favorevole per la progettazione di tunnel particolarmente profondi.

Impressioni